Cosa fare nel nord Sardegna da Alghero a Olbia

Itinerario lungo la costa nord della Sardegna

This post is also available in: Inglese

Hai programmato le vacanze nel nord della Sardegna? Allora probabilmente sei impegnato a pianificare il tuo itinerario di viaggio. Ti proponiamo un tour da ovest ad est dell’isola per suggerirti cosa fare da Alghero a Olbia, fino alla Costa Smeralda e Porto Cervo, o viceversa.

L’itinerario si compone di attrazioni di diversa natura: spiagge e grotte marine, nuraghi e affascinanti centri storici. Può richiedere da 1 weekend a 2 settimane a seconda del tempo che decidi di dedicare a ciascuna attrazione. Il mezzo di trasporto consigliato è l’auto. Infatti il percorso prevede numerose tappe non facilmente raggiungibili in autobus o in treno. Se tuttavia non vuoi spostarti con l’auto, ti consigliamo di visitare i siti delle ditte di pullman locali, di Trenitalia e dell’ARST, l’azienda regionale di trasporti.

Cosa fare ad Alghero

Tour della città di AlgheroÈ facile arrivare ad Alghero tramite il suo aeroporto o in nave da Porto Torres. La cittadina, capoluogo della Riviera del Corallo, deve la sua particolarità alla dominazione aragonese. Da questa deriva l’uso del dialetto catalano e l’appellativo di Barceloneta.

Il tour di Alghero comprende:

  • la visita del centro storico;
  • l’escursione naturalistica lungo la costa;
  • la visita delle aree archeologiche.

Innanzitutto dovete visitare la cittadina per ammirarne l’architettura, risultato delle numerose influenze artistiche. Da vedere nel centro storico di Alghero: la chiesa gotico-catalana di San Francesco e il chiostro, il centro città con i numerosi palazzi gotici e i bastioni. Nel 2002 è stata istituita l’area naturale marina protetta Capo Caccia – Isola Piana, che comprende anche Porto Conte e Punta Giglio. Imperdibile l’escursione alla Grotta di Nettuno. Il sito può essere raggiunto sia in battello che a piedi attraverso i 656 gradini dell’Escala del Cabirol. Infine vi suggeriamo il complesso nuragico Palmavera, la necropoli di Santu Pedru e di Anghelu Ruju.

Cosa fare da Alghero a Stintino

La penisola di Stintino nel Golfo dell’Asinara è distante circa 1 h d’auto da Alghero. Lungo il tragitto potete visitare l’Argentiera. Questa località è molto suggestiva sia per il villaggio minerario, esempio di archeologia industriale, sia per il fondale marino. Stintino è nota per le sue spiagge. La più famosa e quindi anche affollata è la Pelosa. Dal molo potete prendere un traghetto per un’escursione all’area marina protetta dell’isola dell’Asinara, con i suoi asinelli bianchi, il carcere in disuso e numerose altre bellezze.

Due percorsi per raggiungere Olbia e la Costa Smeralda

Da Stintino, Porto Torres potete raggiungere Olbia sia proseguendo lungo la costa sia inoltrandovi all’interno della Sardegna.

Tragitto lungo la costa del nord Sardegna

Se scegliete di proseguire lungo la costa del nord Sardegna, la tappa successiva è Castelsardo. Il borgo, molto ben conservato, è conosciuto perché si trova su una rocca da cui si può godere di un panorama mozzafiato, con vista sulla Corsica. Sono assolutamente da visitare il castello dei Doria con la cinta muraria e il paese con i suoi numerosi palazzi eleganti e le chiese.

Da Castelsardo si prosegue lungo la Costa Paradiso e si entra nel territorio della Gallura. Prima di raggiungere Santa Teresa di Gallura, si può fare tappa a Isola Rossa e Badesi. La prima, frazione di Trinità d’Aglientu, è una località turistica nota per le sue spiagge incantevoli, la scogliera e la torre spagnola. Santa Teresa di Gallura è una rinomata meta per i vacanzieri. Le viuzze del centro sono affollatissime d’estate. Nei dintorni si trovano alcune delle più belle spiagge del nord della Sardegna come Rena Bianca. Da visitare anche lo scoglio di Capo Testa con il suo faro, il complesso archeologico di Lu Brandali e la torre di Longonsardo. Proseguendo verso est si arriva a Palau. Nel territorio di Palau, immerso nella macchia mediterranea, si trovano sia siti archeologici come le tombe dei giganti sia spiagge e località incantevoli come Le Saline, Porto Pollo, Capo d’Orso.

Da Palau è molto facile raggiungere le isole dell’Arcipelago de La Maddalena tra cui Caprera, La Maddalena, Santo Stefano, Spargi e Budelli. Caprera è nota ai più perché Garibaldi vi visse molti anni. Infatti sul’isola c’è il compendio garibaldino. La località più rinomata dell’isola è Cala Coticcio, una spiaggia dalla sabbia bianchissima e il mare turchese. L’intera area fa parte del parco nazionale geomarino dell’arcipelago di La Maddalena istituito nel 1994. Per visitarla potete scegliere tra numerose tipologie di escursioni.

Itinerario interno da Sassari a Tempio Pausania

Se optate per un itinerario all’interno della Sardegna, la tappa successiva è Sassari. Sassari è una delle più importanti città dell’isola. Tra le attrazioni da visitare vi segnaliamo: il Duomo, Piazza Italia, il Museo Archeologico Sanna e la complesso prenuragico di Monte d’Accoddi. La città ha tradizioni importanti in virtù della sua storia. Se scegliete di visitarla in estate, il 14 agosto c’è la Festha Manna ossia la discesa dei Candelieri o Faradda. Infine inoltratevi nel Logudoro alla scoperta dei paesi limitrofi di Sassari come Thiesi e Ozieri.

Dal Logudoro entrate in Gallura proseguendo lungo la SS 672 verso Tempio Pausania. Anche a Tempio non mancano le attrazioni. Il paese è noto per il sughero e per le vigne. Infatti vini pregiati come il Vermentino e il Moscato sono tipici di questa zona. Tempio inoltre è famosa per le acque termali e il Monte Limbara.

Arrivo a Olbia e in Costa Smeralda

Comprare e affittare casa a Porto Cervo Sia che abbiate scelto di proseguire lungo la costa del nord Sardegna, sia che abbiate preferito visitare Sassari e i dintorni, arriverete facilmente a Olbia. La città ha una grande importanza per l’economia isolana. Il porto e l’aeroporto la rendono uno delle sue principali vie d’accesso. Ha anche una storia che risale al neolitico e monumenti significativi. Ad esempio la chiesa di San Simplicio è uno dei siti romanici più importanti della Sardegna.

Da Olbia ci si può muovere per visitare Arzachena, Porto Cervo e Porto Rotondo. Stiamo parlando di località conosciute in tutte il mondo. Le spiagge della Costa Smeralda sono le loro attrazioni più suggestive: Piccolo e Grande Pevero, Pedra Bianca, Cala Liscia Ruja. Ma è l’intera area ad essere degna di nota. Le sue ville, i porti, le piazze vennero progettati a partire dagli anni ’60 da noti architetti seguendo rigidi criteri paesaggistici e creando uno stile unico.

 

L’itinerario proposto può essere percorso anche al contrario. Soprattutto se avete la possibilità di arrivare in Sardegna con la vostra auto. Il porto Isola Bianca di Olbia è collegato a Genova, Livorno, Civitavecchia da Moby, Tirrenia e Grimaldi Lines. In particolare se scegliete di fermarvi più giorni in Costa Smeralda e Porto Cervo e siete alla ricerca di case esclusive da acquistare o affittare, potete rivolgervi a ImmobilSarda.