Leonardo Horse Project – Vito Nesta

vito_nesta
Vito Nesta – Designer

Vito Nesta nasce in Puglia il 21 settembre 1987. Fino all’età di 6 anni, Vito cresce immerso nella bucolica bellezza della campagna barese, a stretto contatto con gli animali, la vita delle masserie locali e una natura tanto affascinante quanto ruvida. Il suo rifugio è un vecchio trullo abbandonato, circondato da succulenti fichi d’india e accanto al quale troneggia un maestoso gelso rosso. L’incontro con nonna Ernesta sarà la prima vera svolta artistica della sua vita: nell’eclettica ricerca di pezzi più unici che rari di questa donna, infatti, Vito troverà la sua prima vera fonte di ispirazione. La casa di nonna Ernesta racchiude carte da parati parigine degli anni ‘50, animali imbalsamati e trasformati in complementi d’arredo, pezzi unici di famosi artigiani, preziose stoviglie lavorate a mano, ceramiche di Capodimonte, vetrerie di Murano e molto altro: impossibile per Vito resistere al richiamo di tanta ricercata bellezza e tenere a freno l’innata creatività che, già a quella giovanissima età, lo contraddistingue.

Dopo essersi laureato in Interior Design a Firenze, nel 2011 si trasferisce a Milano, sua città di adozione ancora oggi. La sua insaziabile curiosità lo porta a viaggiare molto, da Caracas e Guadalupe, fino al Giappone, per poi tornare in Europa, alla continua scoperta di nuovi luoghi, culture e persone. Proprio questi luoghi, le esperienze e gli incontri durante i suoi viaggi rappresentano la principale fonte di ispirazione della sua arte, fonte da cui la sua creatività attinge costantemente. Altro spunto fondamentale di questo artista sono, per l’appunto, i ricordi dell’infanzia.

Designer, art director, interior decorator e artigiano in prima persona, con la sua arte Vito Nesta spazia dalla grafica all’architettura, passando per la fotografia e la pittura. Le sue opere, come già detto ispirate ai suoi viaggi e alle memorie d’infanzia, hanno un fortissimo potere evocativo, rimandano ad atmosfere suggestive di luoghi lontani, ma anche alla semplicità e alla genuinità degli oggetti quotidiani, come gli strumenti da cucito della nonna o quelli da barbiere del nonno. La bellezza di un paesaggio o la dolcezza di un ricordo si fondono in un connubio perfetto con uno dei valori fondamentali della società odierna: la funzionalità. Un ditale da sarta diviene infatti un grazioso porta vaso, mentre il pennello da barbiere si trasforma in un’originalissima lampada.

Più elaborate le creazioni che nascono dai suoi viaggi, in cui temi paesaggistici, colori caratteristici e simboli iconici di paesi che siamo abituati a percepire come “esotici” entrano nella vita di tutti i giorni attraverso la decorazione di porcellane, tessuti, carte da parati e complementi d’arredo, sia di utilizzo quotidiano che votati a un puro ruolo estetico.

Solo nel 2017 Vito Nesta ha presentato oltre 40 progetti realizzati in collaborazione con Devon&Devon, Fratelli Majello, Imarika, Les-Ottoms, Roche Bobois, Secondome Edizioni, Effetto Vetro, Texturae. L’inesauribile creatività dell’artista e la sua giovane età lasciano però presagire che questo non sia che l’inizio di una produzione artistica che non potrà che rivelarsi sempre originale e sorprendente.

Scoprite le opere di Vito Nesta

This post is also available in: Inglese