A ONE OCEAN FORUM E’ STATA SIGLATA LA CHARTA SMERALDA

Primo evento in Italia di rilievo internazionale dedicato alla sostenibilità degli oceani
Immobilsarda tra i partner del Forum

Si sono chiusi ieri, mercoledì 4 ottobre, a Milano i lavori di OneOcean Forum, la due giorni dedicata alle iniziative di salvaguardia dell’ambiente marino, al suo ecosistema, ai progetti di sostenibilità all’insegna della blue technology, organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda, voluto dalla Principessa Zahar Aga Khan e realizzato in partnership con della Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’Unesco e di Sda Bocconi Sustainability Lab.

Per la prima volta in Italia speaker internazionali dell’UNESCO, massimi esperti scientifici di ambiente marino provenienti dalle maggiori università del mondo, insieme a ONG, aziende, giornalisti ed influencer, si sono confrontati con dibattitti, interventi, testimonianze, tavoli di lavoro e LAB tematici per promuovere la consapevolezza sullo stato dell’ecosistema marino e diffondere una cultura ambientale.

Sul palco si sono alternati, infatti, personalità di spicco del mondo accademico e scientifico, oltre che volti noti legati al mare per professione o anche solo per passione, tra i quali, il velista americano Paul Cayard, il detentore del record mondiale di immersione libera Davide Carrera, l’esploratore e giornalista Paul Rose e l’artista franco-americana Anne de Carbuccia.

Tra gli ospiti più illustri, Vladimir Ryabinin, Segretario Esecutivo della Commissione Oceanografica Intergovernativa di UNESCO, François Bailet, Senior Legal Officer della Divisione Affari Marini e Diritto del Mare presso le Nazioni Unite. Inoltre, Sam Dupont, Ricercatore in Eco fisiologia marina presso l’Università di Gothenburg, Maria Cristina Fossi, Docente di Ecologia e Ecotossicologia presso l’Università di Siena e Direttore Scientifico della Laboratorio di Biomarker del Dipartimento di Scienze Fisiche e della Terra.

Inoltre sono state presentate case history e Best Practice di successo, e si sono tenuti LAB tematici per un confronto tra i rappresentanti delle imprese promotrici, studenti universitari, esperti, studiosi internazionali e giornalisti, ONG, con l’obiettivo di stabilire, una “roadmap” da seguire nella preservazione dell’ambiente marino.

A conclusione dell’evento, la Principessa Zahra Aga Khan e il Commodoro dello YCCS Riccardo Bonadeo, hanno firmato la “Charta Smeralda”, codice etico e comportamentale che definisce e fissa i paradigmi per la tutela del mare. La  Charta è disponibile qui: https://www.oneoceanforum.org/it/charta_smeralda/

La Charta Smeralda è volta a promuovere la consapevolezza dei principali aspetti d’impatto ambientale legati al mare e definisce ambiti di intervento per salvaguardare gli oceani e i mari; incoraggia singoli e organizzazioni ad agire con azioni concrete. Principi e valori in linea con le priorità individuate dall’agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e approvata dalle Nazioni Unite nel 2015. Il documento intende essere ulteriormente promosso e condiviso da istituzioni e organizzazioni di varia natura, pubbliche e private, nazionali, internazionali e sovranazionali, Yacht Club, porti turistici, approdi e marine, che ne condividono la portata e i contenuti.

Immobilsarda, presente all’evento in qualità di sponsor, condivide fortemente i valori e i principi portati avanti dal One Ocean Forum e per questo ha accolto con entusiasmo e onore l’invito ad essere tra i partner di questa importante iniziativa internazionale. Per Immobilsarda, da sempre in prima linea per la tutela di quel meraviglioso tratto di costa del nord Sardegna che si chiama Gallura – Costa Smeralda, OneOcean sarà un ulteriore stimolo per promuovere un concetto di fare immobiliare-turistico sempre più etico e sostenibile, e per diffondere tra gli operatori del settore, e non solo, i principi della Charta Smeralda.

Durante la sottoscrizione della Charta, il Commodoro dello YCCS Riccardo Bonadeo ha commentato:

La scienza da sola non può promuovere i cambiamenti necessari. La sfida è grande: tutelare l’oceano che sta soffrendo a causa nostra, facendo in modo che l’attenzione di ognuno possa essere sollecitata e rimanga viva. Ringrazio la Principessa Zahra madrina di questa iniziativa e tutti gli stakeholder del Forum. La Charta Smeralda è il veicolo e la voce di questo messaggio e ci auguriamo che quante più persone possibile la possano sottoscrivere”.

This post is also available in: Inglese