Le origini della Costa Smeralda nelle pagine de “La Principessa” di Guido Piga

La storia della Costa Smeralda

Si parla spesso delle origini della Costa Smeralda. Il tratto di Sardegna sviluppato intorno a Porto Cervo è infatti un modello unico e internazionale di sviluppo turistico ed economico. Le storie importanti alimentano sempre miti e leggende. Per fare chiarezza sulle origini della Costa Smeralda vi consigliamo la lettura del libro di Guido Piga “La Principessa – Storia della Costa Smeralda dal 1959 al 2013”. Marco Solas, Rentals Director di Immobilsarda per la Costa Smeralda, ha intervistato l’autore. A seguire riportiamo un estratto dell’intervista.

Il saggio “La Principessa” ripercorre le tappe fondamentali della storia di Porto Cervo e dintorni e si sofferma inevitabilmente sulla figura centrale del principe Aga Khan. La sua lungimiranza e lo spirito per gli affari lo hanno spinto a fare del nome “Costa Smeralda” un prodotto e un brand da esportare in Italia e nel mondo. La Costa Smeralda e Porto Cervo sono diventati simbolo di un lusso intramontabile. Una destinazione esclusiva pronta ad accogliere il jet set, oggi rappresentato da veline e calciatori; ai suoi albori sinonimo di magnati, principi e star hollywoodiane.

Guido Piga ovvero un gallurese doc

Guido Piga dal 1994 è redattore de La Nuova Sardegna, uno dei quotidiani d’informazione regionale più diffusi sull’isola. 40 anni, Guido è gallurese di nascita e nel cuore.  Il suo paese d’origine è Telti, un piccolo comune non lontano da Olbia e la sua passione per il giornalismo nasce quando era ancora bambino.

Guido Piga è cresciuto ascoltando le storie sulla Costa Smeralda perché suo bisnonno era originario di Monte di Mola, l’attuale Abbiadori. Sentendone parlare continuamente dai suoi parenti, non ha resistito al suo fascino. Ha sentito il bisogno di approfondire l’argomento per poi condividerlo con i lettori. Con questo saggio sulle origini e la storia della prestigiosa area turistica sviluppata intorno a Porto Cervo, Guido ha voluto comunicare il suo grande interesse per chi ha fatto in modo che una piccola parte di questa isola diventasse un sogno da raggiungere per migliaia di persone, un’alternativa, molto più vicina, alle isole esotiche in mostra sulle riviste patinate.

Guido Piga ha incontrato non poche difficoltà nel reperire le informazioni per la stesura del suo libro. Sulla pagina facebook ufficiale è possibile leggere alcuni aneddoti e vedere alcune suggestive fotografie storiche.

Il libro “La Principessa – Storia della Costa Smeralda dal 1959 al 2013”

Il libro di Guido Piga "La Principessa"“La Principessa” descrive in modo avvincente la più grande rivoluzione turistico-sociale del ‘900 europeo. Il saggio comincia dalle origini della Costa Smeralda. Guido descrive la Gallura prima dell’arrivo del turismo: la vita negli stazzi nel contesto di un’economia fatta di pastorizia, piccola agricoltura e sussistenza. Prosegue descrivendo le enormi differenze con la viabilità odierna e le difficoltà nei collegamenti, che complicavano ulteriormente i già complessi scambi commerciali.

Basti pensare che il tragitto da Liscia di Vacca ad Arzachena, un tratto di 19 Km che oggi si copre in auto in 12 minuti, allora richiedeva 2 viaggi in barca e un percorso di 12 km via terra. La corrente elettrica arrivò in alcune zone solo nel 1960. L’autore non tralascia di parlare della mancanza di vie di comunicazione e il totale disinteresse dagli “invasori” ad apportare dei miglioramenti prima dell’arrivo dell’Aga Khan.

Il grande contributo del Principe Aga Khan alla Costa Smeralda

Il giornalista vuole così dare il giusto riconoscimento al magnate per l’enorme miglioramento che la sua idea di sviluppo ha portato alla Gallura e a un’intera regione:

  • con Alisarda, la compagnia area con base ad Olbia fondata nel 1963 e diventata Meridiana nel 1991, ha facilitato gli spostamenti da e per l’isola. Alisarda è stata una creatura tanto amata da voler continuare ad investirvi per tamponare le varie crisi economiche del settore aereo;
  • ha innescato un notevole indotto lavorativo ed economico;
  • ha sempre voluto rispettare l’immenso patrimonio naturalistico di questo tratto di costa della Sardegna, nonostante la totale mancanza di regolamentazione edilizia che non poneva limiti e che non gli avrebbe impedito la scelta ben più semplice di una costruzione massiva.

Un amore viscerale per la Sardegna, le cui origini ancestrali e tradizioni millenarie lo hanno conquistato al tal punto da scegliere di sposarvisi e far indossare alla prima moglie gli abiti tipici del luogo. L’Aga Khan è andato avanti nel suo progetto nonostante la difficoltà nelle trattative con una parte di popolazione, poco avvezza a mercanteggiare i suoi terreni. Anche il rapporto con la politica del luogo e con quella italiana non è stato semplice. Poca partecipazione, soprattutto economica, e la sola collaborazione di quei pochi lungimiranti che hanno condiviso il suo stesso sogno (come l’onorevole Filigheddu).

Il suo più grande rammarico è quello di non aver potuto portare a compimento alcuni grandi progetti, come una scuola di altissimo livello nel settore turistico. Nonostante le ultime vicende lo abbiano allontanato (non certo emotivamente) dalla sua amata Sardegna e da Porto Cervo, questo non gli ha impedito di ispirarsi al suo gioiello per tutti i suoi successivi progetti, come nelle Isole Comorre e nel Mozambique.

Immobilsarda e la Costa Smeralda

Immobilsarda ha una rete capillare a Porto Cervo e in GalluraImmobilsarda condivide con l’autore de “La Principessa” il grande amore per la Costa Smeralda. Da oltre 40 anni opera nel settore del real estate ispirandosi a una filosofia che coniuga tutela dell’ambiente, benessere, qualità dell’offerta immobiliare e dei servizi forniti. La storia di Immobilsarda è intrecciata con quella del territorio nel quale è nata e si è sviluppata. Un territorio che ha fatto sì che Immobilsarda diventasse una realtà consolidata nel real estate di alta gamma.

Immobilsarda è presente sul territorio gallurese con una rete capillare che le permette di conoscere approfonditamente il mercato locale e di comprendere i trend futuri del luxury real estate. La sua clientela selezionata ha a disposizione un prestigioso portafoglio di immobili esclusivi in Sardegna e un’assistenza personalizzata.

This post is also available in: Inglese