L’OMAGGIO DI IMMOBILSARDA ALL’ARCHITETTO SAVIN COUELLE

Per me creatività è essenzialmente personalità. Volontà e capacità di esprimere se stessi.

Da oggi la Costa Smeralda, l’architettura e l’arte sono più sole: da oggi non splende più il genio di Savin Couëlle volato in cielo a 91 anni dopo aver dipinto, in terra e sulla terra, opere destinate all’immortalità.“ Con queste parole il Consorzio della Costa Smeralda ricorda in un tributo il genio di Savin Couëlle, figlio e collaboratore del grande Jacques e creatore dell’inconfondibile stile Costa Smeralda.

Francese di nascita ma “adottato” dalla Sardegna per la quale ha sempre nutrito un amore profondo, Savin è stato assieme al padre creatore delle più importanti e innovative realizzazioni in Costa Smeralda fin dal 1962. Se Jacques sognava, Savin dava forma a quei sogni.

L’ampliamento del “Cala di Volpe” è opera sua nel 1971 così come “La Maison du Port” nel Porto Vecchio di Porto Cervo nel 1965, ma anche gli appartamenti de “La Capitaneria” e i complessi “Cala Corallina” e “Poggio di Cala Granu”.

Straordinarie e iconiche sono poi le numerose ville che costellano la Costa Smeralda, conosciute come le “Ville Couëlle”, tra le più ricercate e ambite proprio perché portano la sua firma.

L’opera di Savin Couelle

Le case di Savin sono case “dentro la natura”, ville dalla forte personalità che emergono discretamente dalla pietra e dalla macchia mediterranea. Case che “devono vedere e non essere viste”, caratterizzate da curve, soffitti a volta, travi di ginepro contorto, nicchie e dettagli artistici e distintivi del suo stile, realizzati utilizzando materiali rari e pregiati e scegliendo solo eccellenze e artigiani locali, gli unici in grado di comprendere e interpretare la visione dell’architetto.

Visionario, innovatore e precursore dei tempi, Savin Couëlle ha definito e preservato lo stile e la tradizione della Costa Smeralda, aggiungendovi qualcosa di unico: il suo genio.

Come Immobilsarda siamo onorati di ricordarlo citando alcune sue parole che racchiudono valori e concetti anche per noi particolarmente importanti: quelli di un’architettura in armonia e in simbiosi con la Natura, sostenibile, organica, innovativa e creativa ma al contempo rispettosa della tradizione e sensibile alla centralità dell’uomo e delle sue esigenze nel vivere in un ambiente e in un luogo.

Per me creatività è essenzialmente personalità. Volontà e capacità di esprimere se stessi, di non trincerarsi dietro barriere o gabbie protettive: mi piace mettermi in gioco. Ogni progetto è una nuova sfida. Tenendo presente però che l’architettura non può essere solo estetica, ma crea luoghi per vivere. L’architettura è la concretizzazione più compiuta della filosofia umanistica”. (Cit. Savin Couëlle Intervistato per Tracce)

L’esperienza di Julia Bracco con l’opera di Savin Couelle

Julia Bracco, Head of Sales di Immobilsarda – Christie’s Porto Cervo, in una recente intervista per il rinomato quotidiano New York Times dedicata a celebrare il genio del Maestro nell’architettura della Costa Smeralda, descrive una delle prime creazioni di Couëlle: uno Stazzu da lui ristrutturato nella bucolica cornice naturale delle colline di Pantogia, la Charming House in Pantogia che si affaccia sull’incantevole golfo del Pevero.

Anche qui il suo stile architettonico è unico e inconfondibile, la villa diventa casa-scultura, opera d’arte mimetizzata nella natura, i cui dettagli sono  riconoscibilissimi: le nicchie, le volte, il dominio dei materiali, l’intreccio dei legni e la presenza di elementi naturali, la razionalità degli spazi, il particolare camino – uno dei suoi tratti distintivi come ricorda Julia Bracco -, ma anche il rispetto per la tradizione e l’impianto originario dell’abitazione, e quindi la sua storia e la sua anima. Leggi l’articolo >>

Le Ville di Savin Couelle: una selezione delle ville in affitto e in vendita gestite da Immobilsarda

[smartslider3 slider=25]

This post is also available in: Inglese